Una storia disonesta?

Il consumo di droghe nell’Italia dei lunghi anni Settanta

Maria Elena Cantilena

ISBN: 979-12-5486-040-3
Caratteristiche: 2022 • 15x2 cm • 232 pagine • brossura con bandelle

Volume 16,00 15,20

Descrizione

A partire dagli anni Sessanta del Novecento, in Italia si registra un graduale aumento del consumo di cannabis, allucinogeni e oppiacei, che suscita un forte interesse, soprattutto per il suo legame con le culture giovanili.

Questo volume ricostruisce il fenomeno nella sua complessità, indagando il dibattito pubblico e le risposte legislative e sanitarie.

Attraverso fonti archivistiche, riviste di movimenti politici e gruppi controculturali, atti di convegni scientifici, sono analizzati il significato che i consumatori attribuiscono alla loro pratica e l’ampio dibattito politico, dal quale scaturisce una nuova normativa sugli stupefacenti nel 1975.

Intrecciando diversi ambiti storiografici, il tema diventa così una cartina di tornasole per riflettere sulla trasformazione dei modelli di consumo, delle pratiche mediche e sui processi di allargamento della partecipazione democratica nell’Italia dei lunghi anni Settanta.

 

Scarica l’indice del libro (23 kb)

 

MARIA ELENA CANTILENA ha conseguito il dottorato di ricerca in “Storia delle società, delle istituzioni e del pensiero. Dal medioevo all’età contemporanea” presso l’Università di Trieste. Studia le culture del consumo e i movimenti politici e sociali dell’Italia repubblicana.

 

 

.

Potrebbero interessarti anche...