Libro bianco sulla comunicazione ambientale

Stefano Martello, Sergio Vazzoler (a cura di)
Premessa di Rossella Sobrero
Contributi di: Federica Bosello, Matteo Colle, Emilio Conti, Stefania Itolli, Stefano Martello, Alberto Marzetta, Roberto Mezzalama, Gloria Milan, Riccardo Parigi, Maria Grazia Persico, Paolo Silingardi, Marco Talluri, Sergio Vazzoler

ISBN: 978-88-6995-774-1
Caratteristiche: 2020 • 14,5x23,5 • 168 pagine • brossura
Collana: New Fabric
Nr. nella collana: 8

Volume 15,00 14,25

Descrizione

La comunicazione ambientale indagata – per la prima volta, con un approccio metodologico multidisciplinare – nella sua complessità, dai processi di formazione e riconoscimento professionale alle dotazioni strumentali all’interno dei singoli ambiti applicativi.

Un sentiero propositivo agile e immediatamente spendibile supportato da una narrazione che non si limita a riassumere l’esistente, proiettandosi in un futuro e in un apporto sempre più strategico e necessario. E, per questo, non rinviabile.

 

Scarica l’indice del libro (20 kb)

 

«La collana “New Fabric” nasce dalla collaborazione di attivatori di cambiamento, variamente intesi: amministratori pubblici, operatori del terzo settore, soci di cooperative che si occupano di innovazione sociale sui territori e docenti universitari che investono nel confronto tra i vari attori sociali per mettere in campo energie per il cambiamento della comunità e del territorio.

L’obiettivo è, infatti, quello di provare a dare spazio a realtà e situazioni innovative, non riconosciute dai quei sistemi istituzionali che tradizionalmente sono assunti come legittimanti. Dare spazio, insomma, ad altri punti di vista e realtà alternative e positive che vogliono incidere sullo sviluppo del territorio abitato e dell’intero sistema Paese in ottica di promozione dell’interesse individuale e allo stesso tempo dell’interesse generale. Protagonisti di un Paese reattivo che contribuiscono con il loro fare a una costruzione condivisa e partecipata del concetto di bene comune.

Ed è proprio con questo spirito che la collana ha deciso di ospitare all’interno delle proprie pubblicazioni il primo Libro Bianco sulla comunicazione ambientale ovvero un’opera completa e complessa (nel senso più profondo del termine) dedicata a un tema centrale dei nostri tempi, non più rimandabile: quello dell’ambiente e come questo viene comunicato.

Il tema ambientale torna, se mai se ne fosse andato, prepotente nelle agende pubbliche con rinnovato vigore e nelle agende private con improcrastinabile urgenza. Questo è oltretutto un ambito che ha mosso sia la pancia che la testa dei decisori pubblici di tutto il mondo in linea con l’impegno espresso sia dall’attivismo della giovane Thunberg, e della collegata onda verde rappresentata dal movimento Fridays for Future, sia dall’ambizioso obiettivo della Commissione von der Layen volto a raggiungere la neutralità climatica entro il 2050. Insomma un rinnovato impegno collettivo per il clima e per l’ambiente di fronte al quale la collana New Fabric non poteva rimanere inattiva.

La proposta di accogliere, quindi, un’antologia di contributi sulla comunicazione ambientale ci ha convinto sin da subito o meglio sin da quando il progetto ha presentato un metodo nei cui confronti la collana editoriale si è subito riconosciuta e al quale siamo molto affezionati. Una scrittura che valorizza i diversi punti di vista, che affronta un tema non in maniera necessariamente diretta, ma a volte decontestualizzandolo partendo da lontano, da altri assunti cognitivi e altri campi del sapere.

A ben vedere “New Fabric” ha sempre aspirato a questo e con questa opera collettanea curata a quattro mani da Stefano Martello e Sergio Vazzoler si riconosce una continuità di approccio che apre nuove dimensioni e soprattutto nuovi territori della conoscenza. Il volume ha anche il non secondario pregio – e questo è un aspetto in linea con la pubblicazione Il ritorno a casa degli Ulissi (in questa collana) – di offrire una seria riflessione sulla professione del comunicatore e della comunicatrice ambientale riconoscendo dignità, anzi centralità, a un nuovo modo di essere di chi fa questo mestiere.

Non rimane, quindi, che sfogliare il volume, apprezzarne la sapienza e godersi anche gli aspetti apparentemente più distanti dal tema centrale, nei cui confronti tuttavia gli autori dimostrano rispetto e infinita passione.»

Il Comitato editoriale

 

Stefano Martello, giornalista e comunicatore. Componente del Gruppo di lavoro sulla comunicazione ambientale di Ferpi (Federazione Relazioni Pubbliche Italiana), svolge attività pubblicistica sui temi della comunicazione integrata. Vive e lavora tra Milano e Roma.
Sergio Vazzoler, comunicatore ambientale e della sostenibilità. È partner e amministratore di Amapòla, Consigliere Nazionale di Ferpi e componente del Comitato Scientifico di FIMA (Federazione Italiana Media Ambientali). Vive e lavora tra Alessandria, Torino e Milano.

 

Leggi la recensione di FERPI Federazione Relazioni Pubbliche Italiana

Leggi la recensione sul sito Sistema Nazionale per la Prevenzione dell’Ambiente.

 

Potrebbero interessarti anche...