Le prove digitali nel processo civile

Profilo giuridici e informatico-forensi

Alessandro d'Arminio Monforte, Matteo Rocchi
con Introduzione di Arturo Maniaci

ISBN: 978-88-3379-341-2
Caratteristiche: 2021 • 17x24 cm • 256 pagine • brossura
Collana: Diritto

Volume 24,00 22,80

Descrizione

Fotografie digitali, messaggi istantanei, e-mail, pagine web, contratti stipulati on-line e, più in generale, documenti informatici: sono questi i nuovi mezzi di prova, protagonisti ormai indiscussi nel processo civile dell’era digitale.

Obiettivo dell’opera è, dunque, fornire a tutti i professionisti dell’area legale gli strumenti per comprendere e distinguere i vari mezzi di prova informatici che possono fare ingresso ed essere utilizzati in un giudizio civile.

Il volume, dopo una panoramica introduttiva sugli elementi che compongono la prova informatica, si diffonde sull’efficacia delle diverse tipologie di prove digitali, per poi soffermarsi sulle relative modalità di acquisizione, produzione e contestazione.

Nella consapevolezza dell’importanza dei dettami della c.d. digital forensics, l’opera è completata da un’intera sezione dedicata all’informatica forense e destinata a fornire agli operatori del diritto le conoscenze sulle tecniche di individuazione, acquisizione e conservazione delle prove digitali, atte ad assicurarne, in particolare, l’integrità, la genuinità e la sicurezza.

Al fine di agevolare il lettore, correda il volume un pratico glossario, con la descrizione dei termini giuridico-informatici d’uso comune.

 

 

Scarica l’indice del libro (82 kb)

 

 

 

 

Alessandro d’Arminio Monforte è avvocato del Foro di Milano. Collabora con la cattedra di Istituzioni di diritto privato del Prof. Arturo Maniaci dell’Università degli Studi di Milano quale cultore della materia. È membro della Commissione di Intelligenza Artificiale e Processo Telematico presso l’Ordine degli Avvocati di Milano. È Presidente e socio fondatore di A.N.C.E.G. (Associazione Nazionale Curatori di Eredità Giacenti). Ha una formazione specifica nel diritto dell’informatica e delle nuove tecnologie (Master IT LAW, CIRSFID – Università Alma Mater Studiorum di Bologna) ed è consulente in tema di privacy. È autore delle seguenti monografie: L’amministrazione dei beni ereditari: chiamato all’eredità, curatore dell’eredità giacente ed esecutore testamentario (2019) e La successione ereditaria nel patrimonio digitale (2020), edite da Pacini Giuridica. È altresì autore di altri contributi scientifici, pubblicati su riviste giuridiche e in opere collettanee.
Matteo Rocchi è consulente informatico. È iscritto all’albo dei Consulenti Tecnici d’Ufficio presso il Tribunale di Milano. Ha una formazione specifica quale informatico forense (Corso di specializzazione BIT4Law) e ha completato il training per la certificazione Magnet Certified Forensic Examiner (MCFE – AX200), nonché nel settore del trattamento dei dati personali (Master di Privacy Officer e Consulente della Privacy – Federprivacy). È autore di diversi contributi in materia di informatica giuridica e di privacy.

Potrebbero interessarti anche...