Una certa idea del comico

Retorica e riso nella cultura del Seicento

Fabrizio Scrivano

Disponibilità: Immediata
ISBN: 978-88-7781-469-2
Anno: 2002
Formato: 14,4x22,3
Pagine: 176

Volume 14,00

Descrizione

Nel ‘600 il riso, colto nella sua doppia valenza di forma del discorso ed espressione del corpo, fu argomento di confronto tra le concezioni contrastanti degli stili di vita e del linguaggio. Per questo si trova al crocevia delle diverse e divergenti esigenze che caratterizzarono il secolo: aspirazione alla realizzazione della bellezza e piacere alle manifestazioni dell’ingegno.
Il comico realizzò un denso punto di convergenza tra estetica e morale, promuovendo l’immagine del linguaggio e più generalmente della formazione simbolica come strumento dello scambio sociale di conoscenza ed emozioni.
Le pagine raccolte in questa antologia, selezionate dalle opere di autori imponenti come Tesauro, Bartoli, Brignole Sale, Peregrini e i predicatori Panigarola e Aresi, documentano che la retorica fu un ambito importante nel quale trovare formule di controllo e criteri di utilizzazione del riso.
E quale contro-immagine, non necessariamente deformata, del comportamento lecito, del dire giudizioso e del pensiero retto, il riso si mostra come luogo eccezionale della riflessione seicentesca sul rapporto tra sensibilità e intelletto.

Potrebbero interessarti anche...