Per un socialismo liberale europeo

Gianni Pittella, Enrico Caterini
Con i contributi di Salvo Andò, Domenico Pittella, Francesco Ronchi, Antonella Napoli, Anna Lucia Valvo
Prefazione di Frans Timmermans
Coordinato da Saverio Paletta

ISBN: 978-88-3379-148-7
Caratteristiche: 2020 • 15x22 cm • 136 pagine • brossura
Collana: Studi politici
Nr. nella collana: 1

Volume 16,00 15,20

Descrizione

Le politiche della seconda Repubblica, al di là delle enunciazioni, non hanno ridotto il deficit e il debito pubblico, la disoccupazione, la frattura generazionale fra giovani e anziani, la spesa pubblica improduttiva, la sperequazione fiscale, il giustizialismo, la finanziarizzazione dell’economia, il divario tra il Nord e il Sud del Paese, la negazione dei diritti sociali ai meno abbienti, l’insostenibilità sociale, il divario di genere, il “cinismo” mediterraneo.

Insomma, la seconda Repubblica ha acuito le disuguaglianze senza rendere più libere le persone. Il fiscal compact ha inciso sulla decrescita del Pil italiano in picchiata già da un ventennio.

C’è nell’aria una forte domanda di socialismo liberale sinora disattesa.

Sono queste le ragioni di questa riflessione che non mistifica gli errori di una parte politica ma la invita a conoscere se stessa, senza veli ed ipocrisie, infingimenti, autoelogi e autoassoluzioni. Il libro vuole essere una speranza nel socialismo liberale come rinascenza sociale.

Scarica l’indice del Libro (33 Kb)

Leggi la recensione di lunedì 18 maggio 2020

Scarica la locandina della presentazione su piattaforma Zoom del 8 maggio 2020

Leggi la recensione su Socialismo 4.0

Guarda il video di Napolitivù

Leggi la recensione pubblicata su “Il Riformista” del 5 marzo 2020

Gianni Pittella, medico legale e politico, senatore della Repubblica, già capo del gruppo Socialisti & democratici al parlamento europeo e deputato alla Camera.
Enrico Caterini, ordinario di diritto privato nell’Università della Calabria, giornalista e avvocato, è autore di saggi e monografie.