Semicerchio LIII (2015/2) – Rivista di poesia comparata

The Mechanic Reader - Digital Methods for Literary Criticism
Rvista semestrale

Francesco Stella, Fabio Ciotti (a cura di)

18,0040,00

Scegli un'opzione
Abbonamento Estero
40,00
Abbonamento Italia
35,00
Fascicolo singolo
18,00
Svuota
Quantità:

Esaurito - In Ristampa

Informazioni tecniche

ISBN
1123-4075
Caratteristiche
2016 • 20x27 cm • 120 pagine • brossura
ISSN
978-88-6995-011-7
Collana

Descrizione

Uno degli sviluppi recenti della critica letteraria internazionale riguarda l’analisi informatica dei testi, che aiuta a individuare caratteristiche invisibili alla lettura «tradizionale» ed è in grado di mettere sotto osservazione masse testuali non governabili dalla lettura «umana». Franco Moretti e lo Stanford Literary Lab hanno sviluppato da questo impulso una posizione provocatoria di accesso «a distanza» ai testi come possibile chiave di uno sguardo globalizzante alla letteratura mondiale. Altri specialisti, in settori diversi della storia letteraria, dalla letteratura latina a quella inglese, da quella cinese a quella italiana, adottano le medesime tecniche per attuare invece una lettura microscopica dell’opera letteraria, analizzando strati e fenomeni anch’essi abitualmente invisibili alla lettura convenzionale a fini filologici e stilistici.

Un confronto fra queste tecniche, e in generale l’esplorazione dei mutamenti metodologici che il digitale sta apportando alla produzione e alla critica letteraria, è stato oggetto del convegno «The Mechanic Muse» tenuto a Siena nel giugno 2015: Semicerchio Rivista di poesia comparata ha pubblicato a tempo di record. i materiali del convegno nel numero LIII (2015/2), che festeggia anche i 30 anni della rivista con aggiornamenti, unici in Italia, sui metodi più recenti e saggi sull’applicazione dell’analisi digitale a Marziale, Marco Polo, il teatro tedesco dell’800, Leopardi, Manzoni, Pessoa, e la biofiction contemporanea.


Scarica l’indice del fascicolo (66 kb)

 

Potrebbero interessarti anche...