I rimedi dell’autonomia

Tipi, limiti e interessi dei contraenti

Edoardo Pesce

ISBN: 978-88-3379-441-9
Caratteristiche: 2022 • 17x24 cm • 384 pagine • brossura
Collana: Argomenti del Diritto Civile
Nr. nella collana: 13

Volume 38,00 36,10

Descrizione

Questo volume si interroga sugli spazi, e dunque sui limiti, dell’autonomia privata in rapporto alla disciplina dei rimedi contrattuali nell’ambito del c.d. primo contratto, il contratto «del Codice civile».

Possono le parti derogare al sistema legale dei rimedi? Fino a che punto possono spingersi nell’esercizio di questa autonomia? Ma, prima ancora, cosa sono i rimedi contrattuali? Più che nella parte generale, cui pure è necessario guardare, la tesi sostenuta è che le risposte a queste come ad altre domande si trovino prevalentemente nella disciplina tipica di parte speciale, ricchissima di fattispecie ove l’apporto regolamentare pattizio è possibile per esplicito riconoscimento o perché appare più agevole l’individuazione dei limiti di diritto privato «statuale» che il diritto (anch’esso privato) «dei privati» deve rispettare allorché intervenga sugli effetti (rimediali) del contratto.

Nei tipi contrattuali sembrano trovarsi gli spazi più congeniali per un’autonomia privata contrattuale non eversiva, che non neghi il contratto o non lo renda irriconoscibile dall’ordinamento.

 

Scarica l’indice del libro (54 Kb)

 

Edoardo Pesce, nato a Torino nel 1992, ha conseguito il dottorato di ricerca in Diritto presso l’Università degli Studi di Genova, ove si è laureato. È avvocato dal 2019. È autore di alcune pubblicazioni sui temi del diritto civile, e specialmente in materia di diritto delle obbligazioni e dei contratti, apparse su riviste e in opere collettanee. Questo è il suo primo lavoro monografico.

 

 

.

Potrebbero interessarti anche...