I reati nella gestione delle emissioni in atmosfera

Enrico Napoletano

ISBN: 978-88-3379-543-0
Caratteristiche: 2022 • 17x24 cm • 312 pagine • brossura
Collana: Diritto

Volume 33,00 31,35

Descrizione

La tutela penale dell’aria è approntata secondo una progressione criminosa della rilevanza penale della condotta di inquinamento atmosferico che va dalle più tenui fattispecie contravvenzionali, previste e punite all’art. 279, Parte Quinta, Titolo I, del D.Lgs. n. 152/06, coadiuvate dalle misure di prevenzione dell’inquinamento che l’Autorità può disporre a seconda della gravità (art. 278), passando per la più nota fattispecie contravvenzionale del “getto pericoloso di cose” (art. 674 c.p.), storicamente utilizzata per punire l’emissione incontrollata di fumi pericolosi e molesti alla popolazione, per arrivare alle più gravi fattispecie delittuose di nuovo conio, introdotte dalla Legge n. 68/15 nel nuovo Titolo VI-bis del codice penale, rubricato dei “Delitti contro l’ambiente”: rispettivamente, il delitto di inquinamento” e “disastro” ambientale (art. 452-bis e 452-quater c.p.), il delitto di morte o lesione come conseguenza del delitto di inquinamento ambientale (art. 452-ter c.p.) e il delitto di inquinamento e disastro ambientale colposo (art. 452-quinquies c.p.).

 

Scarica l’indice del libro (73 Kb)

 

Enrico Napoletano – Avvocato penalista del Foro di Roma, fondatore dello Studio Legale Napoletano in Roma, si occupa di diritto penale d’impresa sia assumendo incarichi giudiziali sia incarichi di consulenza alle aziende. È professore a contratto di Diritto penale ambientale all’Università di Roma e in diversi Master in Diritto ambientale, membro della Commissione Penale del Foro di Roma, già autore del “Manuale di diritto penale ambientale” e de “I reati nella gestione dei rifiuti e della bonifica nei siti inquinati” oltre a innumerevoli pubblicazioni scientifiche.

 

 

.

Potrebbero interessarti anche...