Privacy e mercato digitale

Annamaria Giulia Parisi

ISBN: 978-88-3379-163-0
Caratteristiche: 2020 • 17x24 cm • 216 pagine • brossura
Collana: Itinerari privacy
Nr. nella collana: 1

Volume 20,00 19,00

Descrizione

L’analisi – tramite strumenti di analytics – dell’enorme mole di dati, raccolta a gran velocità e da varie fonti, relativa a scelte e abitudini degli individui che utilizzano dispositivi digitali o smart object, gene­ra dati ulteriori diversi da quelli già raccolti, all’insaputa del sogget­to che diffonde inavvertitamente anche informazioni sensibilissime: vengono così a delinearsi modelli e tendenze comportamentali, as­sai più significative del dato originario, tanto da rendere i Big Data una preziosa risorsa economica per le imprese e insieme un’arma contro l‘interessato, che a causa della violazione della sua privacy è sempre più esposto alle efficacissime, nuove manipolazioni del mercato digitale.

Codice privacy, Regolamento, Statutes e case law apprestano, nel nuovo mercato, nuove tutele all’infosfera: la dimensione digitale di quella “piccola home” che per ogni uomo è il suo castello…

Scarica l’indice del libro (189 Kb)

 

Annamaria Giulia Parisi è Professore associato confermato di Diritto Privato Comparato, con abilitazione alla I fascia; è titolare degli inse­gnamenti di Diritto di Famiglia e di Diritto Comparato delle Organizza­zioni Sportive presso il Dipartimento di Scienze Umane, Filosofiche e della Formazione (DISUFF), e di Diritto Privato dell’Unione Europea e di Diritto Angloamericano presso il Dipartimento di Scienze Politiche e della Comunicazione (DSPC) dell’Università degli Studi di Salerno; è componente del Comitato Redazionale della rivista Comparazione e Diritto Civile e della collana Comparazione e Diritto Civile ; è autrice di varie monografie («Clausole di durezza e divorzio negli ordinamenti europei»; «Good faith nell’esecuzione del contratto»; «Sport e diritti della persona»; «Diritto Comparato – Ipotesi applicative»; «Colpa e dolo nella re­sponsabilità»; «E-contract e privacy»; «La realtà giuridica delle unioni civili»; «Manuale di diritto di famiglia»); di numerosi contributi ad opere colletta­nee; articoli su rivista (classe A); note a sentenza e commenti a leggi.