Manuale di diritto penitenziario – II edizione

Alessandro Diddi

Caratteristiche: 2020 • 17x24 cm • 368 pagine • brossura
Collana: Diritto

Volume 29,00 27,55

Descrizione

Il Diritto penitenziario è da sempre terreno sul quale il pendolo del garantismo e del giustizialismo proietta le sue ombre. Nel corso degli ultimi due anni il legislatore ha più volte messo mano alle norme che ne costituiscono la struttura portante ed era fatale che su di esse si sviluppasse il dibattito giurisprudenziale, nell’ambito del quale è proseguita l’opera di riadattamento della materia al tessuto costituzionale, sulla scia degli approdi della Corte europea dei diritti dell’uomo.

Con la seconda edizione, il Manuale si propone di fotografare lo stato attuale di una legislazione che, lungi dall’essere il prodotto di una ossessiva mentalità burocratica, rappresenta invece un rilevante settore dell’ordinamento che, testimoniando il livello di civiltà di un popolo, offre costantemente la preziosa possibilità per confrontare idee e posizioni diverse.

 

Scarica l’indice del libro (69 kb)

 

Alessandro Diddi è professore associato di Diritto processuale penale e di Diritto penitenziario nell’Università della Calabria ed avvocato. È autore di numerose pubblicazioni tra le quali L’impugnazione per gli interessi civili (2011), Testimonianza e segreti professionali (2012) e La rimessione del processo penale (2000). Ha curato diverse collettanee, tra le quali L’esecuzione e il diritto penitenziario (2017).

 

 

.

Potrebbero interessarti anche...