L'Io del poeta

Figure e metamorfosi della soggettività

A cura di Ingrid Hennemann Barale, Patrizio Collini

Disponibilità: Immediata
ISBN: 978-88-7781-504-0
Anno: 2002
Formato: 14,4x22,3
Pagine: 264

Volume 19,50

Descrizione

Fu nell’età di Goethe che un’idea sino ad allora sopravvissuta agli assalti congiunti di uno sviluppo storico sempre meno disposto ad assecondarla e di una critica filosofica sempre più propensa a smantellarla – l’idea che vivere significhi comunque acquisire una propria identità – entrò nella spirale di una crisi da cui si tentò in ogni modo di riscattarla. Le principali manifestazioni letterarie di quell’epoca conservano pertanto, se rilette in quest’ottica, uno straordinario valore di testimonianza, perché non si limitano a mostrare attraverso quali percorsi difficoltà sino ad allora mascherate siano venute alla luce, ma parlano anche dei percorsi attraverso i quali si è cercato di uscire da una crisi che si è rivelata, nonostante tutto, irreversibile. Di questa irreversibilità ha preso atto la coscienza letteraria del primo Novecento, con una radicalità che rende la sua testimonianza, anche in questo caso, esemplare.
I contributi qui raccolti rivisitano due scenari di speciale rilevanza per il tema che affrontano. Il primo è offerto da alcune manifestazioni letterarie particolarmente significative della  Goethezeit, il secondo da alcuni momenti importanti  della letteratura tedesca del primo Novecento.

Potrebbero interessarti anche...