Il dramma senza confini

Frontiere dell’irrappresentabile sulle scene del Novecento

Silvia Carandini (a cura di)
Saggi di: Christian Biet, Mariateresa Cattaneo, Mara Fazio, Ludwik Flaszen, Adriana Guarnieri Corazzol, Claudio Longhi, Lorenzo Mango, Luigi Marinelli, Andrea Peghinelli, Ferdinando Taviani

ISBN: 978-88-6315-745-1
Caratteristiche: 2014 • 15,5x23 cm • 216 • brossura con bandelle

Volume 20,00

Descrizione

Il dramma senza confini - Frontiere dell’irrappresentabile sulle scene del NovecentoIl volume indaga come sulle scene europee, a partire dalla fine del XIX secolo, la scelta delle opere da rappresentare si indirizzi volentieri verso testi giudicati «impossibili», irrappresentabili secondo le convenzioni drammatiche abituali. Diversi autori, d’altra parte, tendono a concepire testi drammatici difficilmente rappresentabili secondo i canoni tradizionali.

Prototipo emblematico era stato il Faust di Goethe, del quale solo la prima parte veniva rappresentata nell’Ottocento e che per intero è stato messo in scena solo a partire dal secondo Novecento e da un regista come Peter Stein.

Il volume analizza le ragioni e le prospettive di tali esperienze drammatiche e sceniche, dagli ultimi decenni del XIX secolo agli albori del XXI, con esempi anche nell’ambito del teatro musicale, e alla luce degli sconfinamenti con generi narrativi, arti figurative e coreutiche. Il risultato è stato quello di forzare i limiti della scena e rendere il linguaggio teatrale uno strumento duttile e flessibile.

Potrebbero interessarti anche...