I gruppi nel Codice della crisi

Daniele Vattermoli (a cura di)
prefazione di Floriano d’Alessandro

ISBN: 978-88-3379-189-0
Caratteristiche: 2020 • 17x24 cm • 240 pagine • brossura

Volume 24,00 22,80

Descrizione

Il volume sarà presto disponibile!

Tra le novità più rilevanti recate dal d.lgs. n. 12 gennaio 2019, n. 14, va senz’altro annoverata la previsione di norme specificamente dedicate alla crisi delle imprese appartenenti a un gruppo, colmando così una vistosa lacuna del nostro ordinamento.

Nel dettare tali norme, il legislatore sembrerebbe essersi ispirato sostanzialmente a tre idee di fondo: consentire e regolare il trattamento unitario della crisi delle diverse componenti del gruppo, qualora sia prevedibile che il c.d. consolidamento procedurale si risolva in un vantaggio per i creditori coinvolti; mantenere nettamente distinte le
masse attive e le masse passive delle singole imprese del gruppo,anche qualora si proceda alla gestione unitaria della crisi; concentrare in un unico contesto disciplinare gli strumenti volti a neutralizzaregli effetti dannosi prodotti dall’abuso dell’eterodirezione.

Nel volume, che raccoglie i contributi di accademici di diverse università italiane, viene offerta una panoramica completa delle questioni interpretative che la disciplina pone e, al contempo, vengono fornite indicazioni in ordine alle prospettive applicative dei nuovi istituti.

Scarica l’indice del libro (84 kB)

Daniele Vattermoli è professore ordinario di Diritto commerciale e insegna Diritto della crisi delle imprese e Diritto delle operazioni straordinarie nella facoltà di Economia della Università “La Sapienza” di Roma. È direttore, presso la medesima facoltà, del Master universitario di II livello in Diritto della crisi delle imprese.