Il dolo del giudice quale motivo di revocazione della sentenza civile

Ignazio Zingales

ISBN: 978-88-3379-201-9
ISSN: 2532-9170
Caratteristiche: 2020 • 17x24 cm • 128 pagine • brossura
Collana: Quaderni di Judicium
Nr. nella collana: 11

Volume 14,00 13,30

Descrizione

Il “dolo del giudice” costituisce elemento perturbatore del processo
che espone la pronunzia adottata al rischio di revocazione ex art. 395, n. 6, cod. proc. civ.

Tale modello di tutela – attivabile nei confronti della sentenza “partigiana” solo successivamente alla formazione di un giudicato contenente l’accertamento di detto dolo – è stato recentemente oggetto di rivisitazione da parte della dottrina e della giurisprudenza.

In questo quadro (caratterizzato da rinnovato interesse), nel volume si sono prevalentemente affrontate tre delicate questioni.

La prima riguardante l’enucleazione degli elementi costitutivi del dolo del giudice.

La seconda concernente l’individuazione delle sedi in cui tale elemento psicologico può essere utilmente accertato ai fini della revocazione della sentenza.

L’ultima, infine, attinente al nesso di causalità tra la condotta dolosa del giudice e la sentenza, e quindi al tipo di giudizio (di certezza o di ragionevole probabilità) che deve sostenere tale possibile sequenza causale.

Scarica l’indice del libro (29 kb)

Ignazio Zingales è professore associato di Diritto processuale civile nell’Università degli Studi di Catania. Ha conseguito il titolo di dottore di ricerca presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Napoli Federico II. È autore di monografie, articoli e note.

Potrebbero interessarti anche...