I Documenti Regi dell’Archivio Civico Aquilano (1254-1555)

Barbara Olivieri, Alessio Rotellini

ISBN: 978-88-3379-408-2
Caratteristiche: 2021 • 17x24 cm • 368 pagine • brossura con bandelle

Volume 24,00 22,80

Descrizione

L’Archivio di Stato dell’Aquila custodisce il fondo dell’Archivio Civico Aquilano, caratterizzato dalla documentazione prodotta e ricevuta dalla città dall’epoca della sua fondazione, nel 1254, fino all’anno 1800.

L’Aquila, una realtà municipale originale nel contesto del Regno di Napoli, definisce i suoi ampi spazi di autonomia attraverso un peculiare rapporto politico, economico e giuridico con la Corona, di cui sono testimonianza diretta i documenti emanati dai re, dai loro familiari o dai loro rappresentanti.

Il volume raccoglie un totale di 650 documenti compresi tra il 1254 e il 1555. I privilegi, le grazie, le concessioni e le lettere, originali o in copia, sono presentati in ordine cronologico e per ciascuno si fornisce la segnatura archivistica, il regesto analitico, la descrizione fisica e paleografica, l’edizione e le citazioni nelle fonti cronachistiche.

Un agile e aggiornato strumento di ricerca rivolto a studiosi e ricercatori nell’ambito delle scienze umane, e non solo.

 

Scarica l’indice del libro (23 kb)

 

Barbara Olivieri (L’Aquila, 1980). Laureata in Storia dell’arte e archivista libera professionista, diplomata presso la Scuola dell’Archivio Apostolico Vaticano e della Biblioteca Apostolica. Specializzanda presso la Scuola BAL, Sapienza Università di Roma con una tesi sui codici dei privilegi conservati presso l’Archivio di Stato dell’Aquila.
Alessio Rotellini (L’Aquila, 1979). Laureato in Lettere classiche presso La Sapienza Università di Roma, già autore per la casa editrice Pacini del volume Transumanza e proprietà collettive. Storia dei beni demaniali delle comunità del Gran Sasso. Storico medievista e archeologo, è autore di pubblicazioni sul medioevo abruzzese.

 

.

Potrebbero interessarti anche...