Il Camposanto monumentale di Pisa

Una guida

Stefano Renzoni

ISBN: 978-88-6995-697-3
Caratteristiche: 2020 • 20x20 cm • 128 pagine • 180 immagini • brossura
Collana: Arte

Volume 14,50 13,77

Descrizione

Questa guida è stata scritta con l’intenzione di fornire uno strumento per orientarsi nella straordinaria raccolta di opere d’arte presenti nel Camposanto.

Dall’arte antica a quella medievale e rinascimentale, fino allo storicismo ottocentesco passando per le stagioni barocche e neoclassiche, il Camposanto mantiene intatto il fascino che lo ha reso celeberrimo nel mondo.

 

«La guida che avete tra le mani è stata scritta con l’ambizione di fornire al “passeggiere dilettante” uno strumento che possa aiutarlo ad orientarsi nella ricca, ricchissima, a volte perfino smisurata raccolta di opere d’arte presenti nel Camposanto. Si tratta di testimonianze di pittura e di scultura, di epoche varie e talvolta lontanissime, che possono servire da segnacoli per ricostruire una geografia dei fatti artistici e storici relativi alla piazza del Duomo. Sopravvivenze antiche (i sarcofagi), il cospicuo dipanarsi dell’arte medievale e rinascimentale (affreschi e monumenti), fino agli esiti dei marmi delle stagioni barocche e neoclassiche, non escluso lo storicismo ottocentesco.

Scrivere una guida reca in sé un rischio, che è quello della prolissità. La guida viene usata da chi sosta in piedi davanti alle opere, col vento che ti alza la sciarpa e la tracolla che ti cade, e dunque deve essere uno strumento col quale si può convivere, ed i romanzi si leggono seduti e magari a casa.

In gioventù leggemmo quello splendido racconto di Jorge Luis Borges sulla mappa dell’Impero, che per essere esatta venne redatta in scala 1:1, risultando dunque un calco assoluto ma inservibile. Ecco, noi abbiamo cercato di offrire un calco meno minuzioso ma utilizzabile, decidendo di non esaminare tutto quello che troverete nel Camposanto, ma solo quanto serva a favorirne la comprensione e il godimento. La scelta, come tutte le scelte, è ovviamente discutibile, e altri avrebbero composto la guida in modo diverso e sicuramente più illuminato, ma questa per me ha un vantaggio esiguo ma sufficiente: l’ho scritta io, e di questo mi accontento.»

Stefano Renzoni

 

Scarica l’indice del libro (123 kb)

 

Stefano Renzoni è docente di storia dell’arte presso il Liceo Classico Galilei di Pisa. Collabora da molti anni con la Fondazione Pisa e Palazzo Blu per l’organizzazione di mostre. I suoi interessi scientifici vertono nello studio della pittura e scultura toscana dal Settecento all’inizio del Novecento.

 

.

Potrebbero interessarti anche...