SPEDIZIONE IN ITALIA GRATUITA A PARTIRE DA 40,00€ DI SPESA
CERCA NELLO SHOP...

Libro del mese – marzo 2020 – Quel giorno a Le Mans. (341.3)

11 Marzo 2020

Intervista a Roberto Lacorte

“Quel giorno a Le Mans. (341.3)”

 

“Sono tornato ai box da solo.
Ho lasciato la 47. Le ho dato un bacio.
Perché veramente… è stata forte”.
Roberto Lacorte

 

 

“Quel giorno a Le Mans. (341.3)” è un diario di viaggio nella forma di diario di bordo scritto per Pacini Editore dal giornalista sportivo esperto di corse e motori Emiliano Tozzi. Una sorta di tributo al team Cetilar-Villorba, la squadra italiana capitanata da Roberto Lacorte, industriale pisano con la passione per i motori e per la vela, autore di importanti imprese non solo sportive, ma anche imprenditoriali.

Proprio da Roberto Lacorte nasce l’idea di questo libro per fermare nello scritto una urgenza emotiva, quella di voler condividere momenti irripetibili perché restino scolpiti nella memoria di chi li ha vissuti e lascino traccia di storie, volti ed emozioni in chi li scopre per la prima volta. Il team italiano ha partecipato alla gara di Le Mans nel 2018 raggiungendo un importante piazzamento e si prepara a prender parte alla prossima edizione che, si spera, avrà luogo il prossimo giugno (13-14).

 

Dottor Lacorte, come scrive nella prefazione, ‘un libro è qualcosa di considerevole, con sé porta una carica incredibile di responsabilità”. Quale?

La responsabilità di un libro sta nel mettere a disposizione di tutti fatti, emozioni ed esperienze che vanno oltre la narrazione. C’è l’urgenza di dire, di raccontare e l’arte di Emiliano Tozzi, nell’organizzare le idee in parole, è il modo migliore per raccontare del coraggio, della passione e di tutto quello che fa parte di una bella storia. Vissuta un giorno a Le Mans.

Ecco, Le Mans. È il tempio dell’Endurance. Nel libro è un susseguirsi di aneddoti e di personaggi, prima di entrare poi nel vivo della gara, fra tensione e adrenalina che si libera fino oltre il traguardo.

Le Mans è un traguardo di per sé. E questa avventura è, come emerge dal libro, il risultato di un’opera corale. Ognuna delle persone che Emiliano Tozzi cita nei capitoli, attraverso interviste o semplici frasi, e tratti particolari e a volte folli della loro personalità, è un ingranaggio di questa macchina che abbiamo messo in piedi e che corre, corre, corre spinta da passione e determinazione.

Nel libro vengono raccontati molti episodi, dai più leggeri, che muovono al sorriso, a quelli più seri, come il momento vero della corsa e i suoi imprevisti, che tengono avvinti il lettore, come in un film d’azione.

Perché Le Mans è anche questo. È preparazione, è amicizia, è preoccupazione. È formazione e crescita interiore. Nei ritratti che Emiliano Tozzi imprime nel libro c’è sempre, in sottofondo, oltre che una musica con la quale a lui piace descrivere le emozioni, anche un costante senso di sospensione fra il limite e la volontà di superarlo. In una parola, la sfida.

Una vicenda sportiva che è anche un insieme di vicende umane, dove trova posto la famiglia, il vero motore delle sue imprese.

Mia moglie Luisa, mia figlia Silvia, mio figlio Nicola sono la partenza e l’arrivo di Le Mans e di ogni gara in cui mi cimento. La sensibilità di Tozzi nel cogliere anche questa sfumatura mi è sembrata eccezionale. Nel capitolo dedicato a Luisa, in cui lei racconta benissimo i retroscena della nostra preparazione per Le Mans, si legge chiaramente come questa (e altre esperienze) siano il frutto di una specie di ‘gioco casalingo’ assieme ai miei figli. Come nasce la livrea del mio casco, per esempio, dai disegni e dalla creatività dei miei figli, mi sembra una bellissima fotografia di famiglia.

 

Una storia anche di molte amicizie che nascono e che crescono intorno a un impegno condiviso, a un obiettivo comune.

Il sale di questa impresa è l’umanità. È l’entusiasmo che Tozzi descrive benissimo raccontando ogni singolo personaggio di questa avventura, dagli ingegneri agli operai e persino i fotografi. E dimostra come tutto sia nato da un sogno, correre la 24 Ore, e come la fortuna di una sfida possa nascere dalla complicità all’interno di una squadra, dalla scelta dei migliori dotati di spirito, di ironia, e di tanta motivazione.

newsletter pacini editore

Iscriviti alla newsletter di Pacini Editore

ISCRIVITI

newsletter pacini giuridica

Iscriviti alla newsletter di Pacini Giuridica

ISCRIVITI