CERCA NELLO SHOP...

GIURIDICA

Una doppia appartenenza

Una doppia appartenenza

Tullio Ascarelli e la legge come interpretazione

Tommaso Gazzolo

ISBN: 978-88-3379-032-9
Caratteristiche: 2019 • 10.5x18 cm • 104 pagine • 7 immagini a colori • brossura con bandelle
Collana: Imago Iuris
Nr. nella collana: 5
Volume   € 16,00 € 13,60
Quantità:
Vai alla cassa

Descrizione

Tullio Ascarelli (1903-1959) è tra i giuristi che hanno più radicalmente segnato la cultura giuridica italiana del Novecento.

Il testo qui presentato costituisce una riflessione sulla sua teoria dell’interpretazione della legge – per come articolata soprattutto nel saggio Antigone e Porzia, pubblicato da Ascarelli nel 1955 –, proponendo al lettore un punto di vista inedito.

Le tesi di Ascarelli vengono, infatti, rilette in corrispondenza con la concezione della legge e dell’interpretazione propria della tradizione ebraica, profondamente sentita e vissuta dal giurista: il quale verrà, peraltro, costretto a lasciare l’Italia a seguito dell’entrata in vigore delle leggi razziali. Sarà riprendendo la messa in scena del Mercante di Venezia, ed il confronto tra Shylock e Porzia travestita da ‘dottore patavino’, che le pagine di Ascarelli mostreranno i legami e le corrispondenze tra la sua tesi sull’interpretazione della legge e la sua radicata appartenenza alla cultura ebraica.

Scarica l’indice del Libro (27 Kb)

 

Tommaso Gazzolo (Parma, 1984) è ricercatore in Filosofia del diritto presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Sassari. Tra le sue pubblicazioni più recenti, si segnalano le monografie «Il caso giuridico. Una ricostruzione giusfilosofica» (Torino, 2018); «Essere/ Dover essere. Saggio su Hans Kelsen» (Milano, 2016) e «La scrittura della legge. Saggio su Montesquieu» (Napoli, 2014).



.

Potrebbero interessarti anche...

Aree di interesse
Privacy