CERCA NELLO SHOP...

GIURIDICA

La riforma dell’ordinamento penitenziario

La riforma dell’ordinamento penitenziario

Lavoro - Minorenni - Assistenza sanitaria e vita penitenziaria.
I decreti legislativi 2 ottobre 2018, numeri 121, 123, 124

Riccardo Polidoro (a cura di)

ISBN: 978-88-3379-056-5
Caratteristiche: 2019 • 17x24 cm • 160 pagine • brossura
Collana: Nuove leggi nuovo Diritto
Nr. nella collana: 5
Volume   € 22,00 € 18,70
Quantità:
Vai alla cassa

Descrizione

L’Ordinamento Penitenziario del 1975 ha costituito, da un punto di vista normativo, il passaggio dal sistema esclusivamente punitivo a quello anche “rieducativo”.

Venivano recepiti, dopo 27 anni, i principi costituzionali, ma la mancanza di una vera e propria cultura dell’esecuzione penale non ha consentito la concreta realizzazione del cambiamento. 

Dopo la sentenza “pilota” della CEDU dell’8 gennaio 2013, che condannava l’Italia per trattamenti inumani e degradanti, il nostro Paese è stato costretto a “pensare” a una nuova riforma del regime detentivo.

La delega al Governo, che pur aveva trovato totale attuazione nel lavoro delle Commissioni Ministeriali, è stata solo parzialmente rispettata con il venir meno di elementi fondamentali quali la facilitazione all’accesso alle misure di comunità e il diritto all’affettività.

In queste pagine il commento ai tre principali decreti legislativi entrati in vigore il 10 novembre 2018.


Scarica l’indice del libro (37 kb)

 

Riccardo Polidoro, Avvocato penalista del Foro di Napoli, specializzato in diritto e procedura penale presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II, ha fondato nel 2003 “Il Carcere Possibile”, Onlus della Camera Penale di Napoli, dal 2014 è Responsabile dell’Osservatorio Carcere dell’Unione Camere Penali Italiane. Ha coordinato uno dei Tavoli tematici degli Stati Generali dell’Esecuzione Penale e ha fatto parte della Commissione Ministeriale per la riforma dell’Ordinamento Penitenziario presieduta dal Prof. Glauco Giostra.



.

Potrebbero interessarti anche...

Aree di interesse
Privacy