CERCA NELLO SHOP...

GIURIDICA

L’omicidio stradale e i reati connessi alla circolazione dei veicoli - Dopo la l. 23 marzo 2016, n. 41

L’omicidio stradale e i reati connessi alla circolazione dei veicoli

Dopo la L. 23 marzo 2016, n. 41

Armando Macrillò

Disponibilità: POCHE COPIE DISPONIBILI
ISBN: 978-88-6995-021-6
Caratteristiche: 2016 • 17x24 cm • 224 pagine • brossura
Collana: Sapere professionale
Nr. nella collana: 4
Volume   € 23,00 € 19,55
Quantità:
Vai alla cassa

Descrizione

Il volume analizza nel dettaglio tutte le previsioni – sia sostanziali che processuali!– introdotte dalla legge 23 marzo 2016, n. 41, la quale, dopo un travagliato iter parlamentare, ha introdotto le fattispecie, anche aggravate, di omicidio stradale e di lesioni personali stradali gravi e gravissime spingendosi, quindi, a verificare la possibile conciliabilità delle nuove disposizioni contenute negli artt. 589-bis e 590-bis c.p. con la produzione giurisprudenziale formatasi sotto il vigore delle previgenti ipotesi di reato.

La legge n. 41 del 2016 –che si caratterizza per il rigore sanzionatorio dalla valenza quasi “simbolica”– fortemente voluta dal Governo e dalle associazioni di vittime della strada, ha introdotto, fra l’altro, l’obbligatorietà dell’arresto in flagranza per le ipotesi più gravi di omicidio stradale e la facoltatività della precautela personale per il delitto di lesioni personali stradali gravi e gravissime (ex art. 381 comma 2 c.p.p.), l’aggravante della fuga dopo l’incidente e mirate sanzioni accessorie fra cui spicca il divieto di conseguire una nuova patente a seguito di revoca, con termini variabili a seconda della gravità dei fatti accertati sino ad un massimo di trenta anni.

Di seguito sono esaminate partitamente le ulteriori fattispecie di reato relative alla circolazione stradale, non modificate dalla riforma del 2016, ricomprese nel codice della strada e nelle leggi speciali fra cui la guida in stato di ebbrezza e quella in stato di alterazione derivante dall’assunzione di sostanze stupefacenti, i rapporti di queste con le ipotesi di reato di nuovo conio, le sanzioni accessorie (fra cui il fermo amministrativo e la confisca del veicolo) e le principali problematiche applicative ed interpretative.

L’opera, aggiornata con la giurisprudenza più recente di legittimità e merito, contiene formule e schemi riepilogativi nonché riferimenti bibliografici alla dottrina


Scarica l’indice del libro (XX Kb)

Vedi la recensione sul periodico “Polizia Penitenziaria-Società Giustizia e Sicurezza”

Armando Macrillò. Avvocato penalista, è titolare di contratto integrativo di insegnamento in diritto dell’esecuzione penale presso la Luiss Guido Carli di Roma nonché docente di diritto processuale penale presso la SSPL del medesimo ateneo. È autore e curatore di numerose pubblicazioni in materia penale e processuale penale e collabora con le principali riviste del settore. Tra i volumi più recenti si ricordano: La nuova disciplina degli stupefacenti, Condotte estorsive, I diritti del minore e la tutela giurisdizionale, Il diritto degli stranieri, Il processo penale minorile, I nuovi profili penali nei rapporti con la P.A.

Potrebbero interessarti anche...

Aree di interesse
Privacy