CERCA NELLO SHOP...

GIURIDICA

Il linguaggio del giornalismo giudiziario

Il linguaggio del giornalismo giudiziario

Carlo Raggi

ISBN: 978-88-3379-022-0
Caratteristiche: 2018 • 17x24 cm • 456 pagine • brossura
Collana: Diritto
Volume   € 35,00 € 29,75
Quantità:
Vai alla cassa

Descrizione

È il linguaggio a dar forma ai fatti e il giornalista deve utilizzarlo al meglio.

Il giornalista è un mediatore intellettuale tra fatto e diffusione pubblica della conoscenza di questo fatto: una definizione ormai costante nelle sentenze della Corte di Cassazione. E allo stesso tempo il ruolo del giornalista è anche – secondo una classica definizione della Corte europea dei diritti dell’uomo – quello di “cane da guardia” delle istituzioni.

Per la cronaca giudiziaria la necessità di un corretto linguaggio è accresciuta dalla considerazione che essa riguarda una funzione istituzionale fondamentale per uno Stato moderno, la giurisdizione. L’uso del linguaggio appropriato è collegato alla conoscenza di tutti i passaggi dell’attività giudiziaria e così il lavoro parte dalla notizia di reato per giungere ai processi e alle Corti internazionali, includendo anche settori collaterali come le procedure fallimentari e tributarie.

Un manuale con esempi e osservazioni critiche su un folto campionario di articoli.

 

Scarica indice del libro (112 kb)

Leggi la recensione pubblicata sul sito dell’Ordine nazionale dei Giornalisti
Leggi la recensione pubblicata sul sito dell’Ordine dei Giornalisti Emilia Romagna 
Leggi la recensione pubblicata sul sito dell’Ordine dei Giornalisti Toscana

Carlo Raggi, laureato in giurisprudenza a Bologna col professor Franco Bricola, è giornalista professionista dal 1978 ed è stato vicecapo servizio e cronista di giudiziaria a «Il resto del Carlino» di Ravenna fino al 2013. Ha tenuto lezioni sul linguaggio giudiziario ai corsi di aggiornamento professionale per giornalisti.





.

Potrebbero interessarti anche...

Aree di interesse
Privacy