CERCA NELLO SHOP...

GIURIDICA

Il linguaggio del giornalismo giudiziario

Il linguaggio del giornalismo giudiziario

Carlo Raggi

ISBN: 978-88-3379-022-0
Caratteristiche: 2018 • 17x24 cm • 456 pagine • brossura
Collana: Diritto
Volume   € 35,00 € 29,75
Quantità:
Vai alla cassa

Descrizione

È il linguaggio a dar forma ai fatti e il giornalista deve utilizzarlo al meglio.

Il giornalista è un mediatore intellettuale tra fatto e diffusione pubblica della conoscenza di questo fatto: una definizione ormai costante nelle sentenze della Corte di Cassazione. E allo stesso tempo il ruolo del giornalista è anche – secondo una classica definizione della Corte europea dei diritti dell’uomo – quello di “cane da guardia” delle istituzioni.

Per la cronaca giudiziaria la necessità di un corretto linguaggio è accresciuta dalla considerazione che essa riguarda una funzione istituzionale fondamentale per uno Stato moderno, la giurisdizione. L’uso del linguaggio appropriato è collegato alla conoscenza di tutti i passaggi dell’attività giudiziaria e così il lavoro parte dalla notizia di reato per giungere ai processi e alle Corti internazionali, includendo anche settori collaterali come le procedure fallimentari e tributarie.

Un manuale con esempi e osservazioni critiche su un folto campionario di articoli.

 

Scarica indice del libro (112 kb)


Carlo Raggi, laureato in giurisprudenza a Bologna col professor Franco Bricola, è giornalista professionista dal 1978 ed è stato vicecapo servizio e cronista di giudiziaria a «Il resto del Carlino» di Ravenna fino al 2013. Ha tenuto lezioni sul linguaggio giudiziario ai corsi di aggiornamento professionale per giornalisti.





.

Potrebbero interessarti anche...

Aree di interesse
Privacy