CERCA NELLO SHOP...

Studi di diritto e procedura penale

La libertà su cauzione

La libertà su cauzione

Valentina Mazzotta

ISBN: 978-88-3379-097-8
ISSN: 2532-9618
Caratteristiche: 2019 • 17x24 cm • 108 pagine • brossura
Volume   € 12,00 € 10,20
Quantità:
Vai alla cassa

Descrizione

L’ordinamento italiano conosce l’istituto della cauzione solo in materia cautelare reale poiché, in ambito cautelare personale, nonostante timidi tentativi di intervento, il legislatore non si è ancora determinato nel senso di positivizzarla. Si approfondisce l’istituto del bail nel sistema di common law inglese, esaminando la riforma introdotta dalla Assize di Clarendon del 1166 e, passando attraverso il primo statuto di Westminster, fino ai nostri giorni.

Viene anche analizzato il panorama comunitario partendo dagli artt. 5 della Cedu e 3 del Patto internazionale di diritti civili e politici passando in rassegna le Risoluzioni e le raccomandazioni del Comitato dei ministri d’Europa in tema di carcerazione preventiva.

Con riferimento all’ordinamento interno viene approfondito l’istituto presente nel codice di procedura penale del 1930 e si giunge, attraverso l’analisi delle leggi delega n. 108 del 3 aprile 1974 e n. 81 del 16 febbraio 1987 e delle leggi n. 532 del 12 agosto 1982 e n. 398 del 28 luglio 1984, all’esame della proposta di legge n. 5390 per l’introduzione dell’art. 280-bis c.p.p.

Successivamente alla individuazione degli elementi di criticità del sistema in vigore ed alla analisi della legislazione degli anni 2000 – nonché in considerazione della riforma del sistema cautelare ad opera della legge 16 aprile 2015, n. 47 – si ipotizza un tentativo di riforma codicistica. In ambito cautelare reale, l’Autrice analizza l’istituto della cauzione partendo dalle radici civilistiche cui è legata la misura del sequestro conservativo, passando in disamina altresì l’istituto del sequestro preventivo. Comparando le finalità “codicistiche” e quelle “effettive” si giunge a ipotizzare l’introduzione della cauzione nel sistema del sequestro preventivo finalizzato alla confisca dell’equivalente.


Scarica l’indice del libro (237 Kb)

Valentina Mazzotta, laurea in Giurisprudenza a pieni voti presso l’Università del Salento e avvocato dal 2009, è dottore di ricerca in diritto pubblico – curriculum di diritto e procedura penale – e attualmente collabora con la cattedra di Diritto processuale penale della Lum Jean Monnet di Casamassima. È stata presidente dell’organismo di vigilanza di diverse società, attualmente si occupa di procedimenti per reati contro la pubblica amministrazione e di criminalità finanziaria.


.

Potrebbero interessarti anche...

Aree di interesse
Privacy