CERCA NELLO SHOP...

GIURIDICA

L'eguaglianza di genere tra mutamenti sociali e nuove tecnologie - Percorsi di diritto antidiscriminatorio

L’eguaglianza di genere tra mutamenti sociali e nuove tecnologie

Percorsi di diritto antidiscriminatorio

Serena Vantin

ISBN: 978-88-3379-017-6
ISSN: 2421-5880
Caratteristiche: 2018 • 17x24 cm • 112 pagine • brossura
Volume   € 15,00 € 12,75
Quantità:
Vai alla cassa

Descrizione

Il principio di eguaglianza costituisce la pietra angolare degli ordinamenti democratici occidentali al punto che, per quanto i tempi storici stiano sottoponendo i sistemi giuridici a nuove pressioni e compressioni ideologiche, sarebbe impossibile pensare di rigettarlo.

Eppure, l’unanimità normativa sopra questo consenso, per come essa sembra emergere in particolare dalla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani del 1948 e dalla Dichiarazione di Vienna del 1993, è non solo affatto recente ma anche difficile da articolare in termini così concreti. il diritto antidiscriminatorio rappresenta, infatti, un tentativo di rispondere alla domanda di sostanzialità sempre più incalzante, tanto a livello sovranazionale quanto sul piano del diritto interno, ponendosi forse come una delle più rilevanti questioni giuridiche del nostro tempo.

Attraverso una chiave di lettura giusfilosofica, il volume propone una riflessione su alcuni aspetti fondamentali del diritto antidiscriminatorio, a partire dalle questioni di genere.

In particolare, mediante una specifica interpretazione dei principi di eguaglianza e di libertà personale, mira a cogliere l’impatto delle discriminazioni di genere, delle strategie di gender mainstreaming e di women’s empowerment (così come stabilite dalla Conferenza di Pechino del 1995 e con riferimento a una dimensione “relazionale” dell’autonomia), nonché delle trasformazioni prodotte dalle tecnologie informatiche nei rapporti tra i sessi.

Serena Vantin è dottoranda presso l’Università di Pisa e coordinatrice scientifico-organizzativa del CRID – Centro di Ricerca Interdipartimentale su Discriminazioni e vulnerabilità con sede presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Modena e Reggio Emilia. È stata Visiting Scholar presso la Queen Mary University di Londra, la Cambridge University e l’Instituto de Derechos Humanos “Bartolomé de Las Casas” dell’Universidad “Carlos III” di Madrid. Ha scritto saggi sul pensiero giuridico di Edmund Burke e di Mary Wollstonecraft, nonché vari contributi, in italiano e in inglese, su questioni di diritto antidiscriminatorio.


Scarica indice del libro (32 kb)



Il volume è segnalato sul sito della Biblioteca Universitaria Giuridica UNIMORE. Clicca per leggere.

Potrebbero interessarti anche...

Aree di interesse
Privacy