CERCA NELLO SHOP...

Arte & Immagine

Gipsoteca di Cascina

Gipsoteca di Cascina

Antonio Martini, Diego Sassetti
Introduzione di Luca Nannipieri
Foto di Guido Bettini

ISBN: 978-88-6995-375-0
Caratteristiche: 2018 • 21x29,7 cm • 96 pagine • 55 immagini • cartonato
Collana: Arte
Volume   € 22,00 € 18,70
Quantità:
Vai alla cassa

Descrizione

«È tornata a splendere sotto i riflettori mediatici la Gipsoteca di Cascina, inaugurata il 21 ottobre 2017. Il nucleo espositivo e la parte più interessante della collezione di gessi ottocenteschi, appartenenti all’ex Istituto d’Arte di Pisa e Cascina, ha trovato collocazione in sede permanente in viale Comaschi 67, nel locale della Sala Conferenze della Biblioteca Comunale, avviata con questo evento a diventare un polo culturale sempre più articolato ed attrattivo ed il punto focale della locale vita culturale.

È questo solo un assaggio ed un primo momento di ricognizione dell’enorme patrimonio storico-artistico della storica istituzione cascinese e si propone di fornire una prima immagine comprensibile e chiara della pluralità della collezione, che si è andata costruendo nel tempo, della storia e dell’attività didattica dell’istituto.

È con grande sorpresa che questo tesoro culturale rimasto nascosto per tanti anni possa oggi riemergere dall’oblio del patrimonio conservato nei depositi. Dalla condizione di annullamento dei valori, dall’invisibilità torna ora alla visibilità ed alla valorizzazione, capace di esprimere senso e contenuti pienamente fruibili dalla collettività.

La Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio per le province di Pisa e Livorno ha nel quotidiano lavoro sul campo la finalità prima nel riscoprire, recuperare, conservare e tutelare il patrimonio storico-artistico del nostro territorio, ma soprattutto renderlo condivisibile con la collettività, cioè farlo diventare patrimonio comune di conoscenza e consegnarlo alle generazioni future. Spesso però aprire questi luoghi, scrigni di ricchezze della memoria collettiva dimenticati nel tempo, alle faticose e lunghe operazioni di recupero, può rappresentare aprire un vaso di Pandora, assumersi delle responsabilità. È tuttavia compito inscindibile delle istituzioni culturali intraprendere questa strada, ed è con gratitudine che ringraziamo l’Amministrazione Comunale di Cascina di averci posto di fronte a questa operazione culturale che, anche se dovrà essere perfezionata nel tempo, rappresenta un primo passo di notevole valore per l’accrescimento e la conoscenza del patrimonio culturale del nostro territorio…»

Mariagrazia Ristori

 

Scarica l’indice del libro (86 kb)

 

 

.

Potrebbero interessarti anche...

Aree di interesse
Privacy