CERCA NELLO SHOP...

GIURIDICA

Il difensore d'ufficio

Il difensore d’ufficio

Paola Rebecchi

Caratteristiche: 2017 • 14x21 cm • 120 pagine • brossura
Volume   € 12,00 € 10,20
Quantità:
Vai alla cassa

Descrizione

Il lavoro che ha portato alla riforma della difesa d’ufficio è nato con l’ambizione di dare una risposta ad una esigenza avvertita da anni: quella di restituire ai cittadini che si avvalgono dell’opera del difensore d’ufficio il loro diritto ad una difesa effettiva. È questa l’unica chiave di lettura di una riforma fortemente voluta dall’Unione delle Camere Penali Italiane, che rappresenta l’esito positivo di una battaglia storica, sempre combattuta sul terreno del diritto alla effettività della difesa e nell’esclusivo interesse dei cittadini.

Abbiamo da sempre sostenuto che la Legge n. 60 del 2001 ha prodotto una sorta di legittimazione della incompetenza, non prevedendo idonee garanzie di efficienza, sul piano tecnico, del difensore d’ufficio.

Il recente intervento riformatore – con il Decreto Legislativo n. 6 del 30 gennaio 2015 – ha introdotto requisiti di accesso all’Elenco Nazionale dei difensori di ufficio senz’altro più stringenti, al fine di garantire la competenza specifica del professionista che intende esercitare la professione anche come difensore d’ufficio. In particolare, accanto ai requisiti del “conseguimento del titolo di specialista in materia penale” e della “comprovata esperienza professionale”, il novellato articolo 29 delle disposizioni di attuazione del codice di procedura penale prevede, quale ulteriore strumento di accesso, la partecipazione a corsi di formazione e di aggiornamento biennali, organizzati dai Consigli dell’Ordine circondariali, dalle Camere Penali territoriali ovvero dall’Unione delle Camere Penali, ed il superamento di un esame finale. Saranno questi i corsi che formeranno “il nuovo difensore d’ufficio”.

 

Scarica l’indice del libro (44 kb)

 

Paola Rebecchi, avvocato penalista, tra gli ideatori di questa collana, è stata membro del direttivo della Camera Penale di Roma e Responsabile della Commissione Difesa d’ufficio dell’Unione delle Camere Penali Italiane, fino alla sua scomparsa avvenuta l’11 giugno 2016, quando stava ancora lavorando a queste pagine. A lei, che è stata anima e mente di questa riforma, va il ringraziamento dei penalisti italiani.


.

Potrebbero interessarti anche...

Aree di interesse
Privacy