CERCA NELLO SHOP...

GIURIDICA

Dal carcere - Autoriflessione sulla pena

Dal carcere

Autoriflessione sulla pena

Salvatore Aleo

ISBN: 978-88-6995-012-4
Caratteristiche: 2016 • 15x22 cm • 320 pagine • brossura con bandelle
Collana: Diritto
Volume   € 28,00 € 23,80
Quantità:
Vai alla cassa

Descrizione

Ascolta l’intervista dell’Autore.
Ascolta la presentazione del libro – Catania, 25 novembre 2016.

Dal carcere vuol dire
sia da dentro il carcere che a partire dal carcere, ovvero muovendo dal carcere. Un libro scritto a partire dal carcere e da dentro il carcere: in modo rovesciato rispetto ai manuali di diritto penale. Dal di dentro, dando voce a quelli che stanno dentro, che costituiscono questa istituzione, per elaborare poi argomenti, dubbi, valutazioni e ragionamenti secondo le coordinate del giurista. Una riflessione sulla pena condotta, attraversando il carcere, dal punto di osservazione del carcere, di chi sta dentro il carcere, per lavorare in modo da allontanarci, piano piano, senza scosse ma decisamente, convintamente, da questa bruttura della nostra convivenza.
Dal carcere significa sguardo verso la società dal punto di vista e soprattutto attorno al problema del carcere: verso la società che rimuove, il carcere come tanti altri problemi; il carcere, dunque, come esempio e metafora della rimozione sociale. La società che si definisce civile, la società dei giusti, nonché di coloro che incarnano e amministrano la giustizia.

Scarica l’indice del libro (41 Kb)

Salvatore Aleo, catanese, 62 anni, è professore ordinario di diritto penale e criminologia nell’Università di Catania. Insegna nel corso di laurea in scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione, di cui è presidente, e in quelli di scienze delle pubbliche amministrazioni e di psicologia. È autore di numerose monografie e di manuali.
Egli ha condotto un’indagine durata cinque mesi nelle due case circondariali di Bicocca e piazza Lanza a Catania, una di alta sicurezza con detenuti mafiosi e per reati gravi, una di media sicurezza con detenuti comuni; cinque mesi di dialogo con detenuti e agenti e funzionari e professionisti dell’amministrazione penitenziaria: per ragionare sia sulle matrici dei delitti che sulla funzione e le condizioni effettive e possibili della pena. Dopo l’analisi teorica il racconto dell’ambiente carcerario e della vita in carcere secondo le diverse costruzioni e i diversi punti di vista dei protagonisti della detenzione. Il carcere in letteratura e nei diversi sistemi. Una serie di interrogativi di fondo sulle scelte e le prospettive possibili.

Potrebbero interessarti anche...

Aree di interesse
Privacy